Cos’è il formato WAV?
Commenti

Cos’è il formato WAV?

Ultimo aggiornamento il 08-02-2017 da

Il formato WAV o WAVE (Waveform Audio File), è un formato per file contenenti materiali audio, sviluppato congiuntamente tra Microsoft e IBM. Il suo primo rilascio risale al 1991. Il nome file per i file di tipo WAVE termina con l’estensione .WAV o .WAVE. Questo è il motivo per cui i file che hanno questo formato vengono riconosciuti, a livello generale, come file WAV. Si tratta del formato principale adoperato su un PC Windows per la gestione dell’audio non trattato ovvero di quello compresso. Un file WAV è in grado di contenere tanto audio compresso che audio non compresso. I file WAV più comuni sono quelli non compressi; per tale motivo, WAV viene considerate spesso come un formato audio privo di perdita in grado di mantenere un’elevata qualità sonora. Questo tipo di file viene adoperato anche nelle stazioni radiofoniche.

Estensione per il nome del File: MP3

Categoria: File Audio

Popolarità: Popolare tra gli appassionati della musica

Sviluppatore: Microsoft e IBM

Informazioni sul formato WAV

  • Sebbene, normalmente, il formato WAV sia privo di compressione, tuttavia supporta ancora la compressione con perdite (lossy) e per effettuarla, si può adoperare l’Audio Compression Manager.
  • Un file WAV non contiene solo una sezione audio, ma reca anche informazioni sul file, compresa la proprietà se mono oppure stereo, la profondità di bit, il tasso di campionamento e il numero di tracce.
  • WAV è un derivato del RIFF (Resource Interchange File Format), un formato per contenitore generico, utile a conservare i dati relativi a suono e video in spezzoni dotati di etichetta.
  • La grandezza massima consentita per i file di tipo WAV è di 4GB. I file che risultano più grandi di questo limite non saranno supportati per la codifica in questa tipologia di formato file.

Vantaggi: I file di tipo WAV privi di compressione possiedono una qualità sonora priva di perdite. Viene supportato tanto su sistemi operativi di tipo Windows quanto su quelli di tipo MacOS in tal modo la riproduzione su entrambi i dispositivi risulta priva di qualsiasi difficoltà. La modifica e la manipolazione di questo tipo di file è, allo stesso modo, senza alcuna difficoltà in quanto non richiede alcuna codifica o decodifica.

Svantaggi: Se non disponete di spazio a sufficienza, può essere un problema. Questo fa sì che sia in qualche modo limitata la condivisione del formato WAV su internet.

WAV rispetto a FLAC

Free Lossless Audio Codec o, in acronimo, FLAC è stato sviluppato da Erik de Castro Lopo, Josh Coalson e la Fondazione Xiph.Org ed è stato rilasciato inizialmente nel 2001. Sia WAV che FLAC sono in grado di mantenere la qualità audio priva di perdite. Consideriamo ora le caratteristiche di entrambe le tipologie di file ed effettuiamo un confronto:

Qualità: Il formato WAV è un formato audio non compresso e privo di perdite, e il FLAC è un formato audio compresso ugualmente privo di perdite. Sono entrambi in grado di preservare la qualità del file originale. Più precisamente, il formato WAV può essere utilizzato sui sistemi operativi Windows per rappresentare tipicamente un audio non compresso. Se i file compressi tramite FLAC verranno diminuiti della metà rispetto alla grandezza originale, la decompressione di un file di tipo FLAC produrrà una copia identica dei dati sonori originali.

Grandezza del File: I file WAV risulteranno più grandi rispetto ai file di tipo FLAC. Quando un file audio viene compresso tramite formato FLAC, la grandezza del file verrà ridotta a circa il 50-60% della grandezza del file originale mentre i file WAV non compressi rappresentano proprio i dati sonori non compressi come risultano all’origine.

Compatibilità: Il FLAC non gode di un ampio supporto, in confronto al WAV. Il WAV è uno dei formati audio più ampiamente utilizzato su tutti i dispositivi Windows in grado di riprodurre in broadcast i file in questo formato. Apple iTunes aggiunge anche il supporto ai file WAV. Viceversa, la maggior parte dei sistemi operativi non sarà in grado di riprodurre i file di tipo FLAC a meno che non scarichiate dei software aggiuntivi opportuni per ognuno di essi.

Programmi in grado di riprodurre i file di tipo WAV

Windows Media PlayerWindows Media Player – Sviluppato da Microsoft, Windows Media player è in grado di riprodurre file di tipo audio e video. Può essere utilizzato anche per la visualizzazione delle immagini. Quest’applicazione viene adoperata normalmente su computer e dispositivi Windows. Risulta anche compatibile con sistemi Solaris, Mac OS X e Mac OS 7.

VLC Media PlayerVLC Media Player – VLC Media Player è uno tra i più conosciuti lettori multimediali. È infatti un software open source in grado di funzionare su una pluralità di piattaforme. VLC è anche portatile, in modo tale che potrete adoperarlo per riprodurre il formato WAV su una serie di dispositivi senza alcuna installazione.

iTunesiTunes – Per gli utenti Apple, iTunes è un grande strumento che consente di riprodurre i file di tipo WAB senza bisogno di installare alcun software aggiuntivo. iTunes può essere anche utilizzato come riproduttore multimediale, strumento per il trasferimento di file e gestore di dispositivi.

Winamp PlayerWinamp – Questo lettore è stato sviluppato in origine da Nullsoft, ma adesso è di proprietà di Radionomy. Si tratta di un riproduttore multimediale per sistemi operativi Windows, Mac e Android. Alcune tra le sue nuove caratteristiche comprendono una galleria multimediale, un elenco di riproduzione, visualizzazioni musicali, e molto altro ancora.

Soluzioni integrate per il formato WAV

i

Comprimere i file di tipo WAV – Il formato WAV è un formato file per audio senza compressione. Mantiene una qualità elevata rispetto al file audio originale ma spesso con una grandezza di file piuttosto corposa. Occupa piuttosto spazio in confronto ad altri formati lossless del tipo di FLAC o APE. Persino per gli appassionati di musica senza compromessi, non si raccomanda la scelta di conservare i file WAV nella loro consistenza originale. Comprimerli in una grandezza di file ragionevole, è assolutamente indispensabile.

ii

Convertire URL in WAV – Vi sono molteplici siti web musicali in streaming in internet, quali Spotify e Deezer, tutti disponibili per la riproduzione, la condivisione e la discussione su temi musicali online. I convertitori desktop sono tutti a pagamento, se non siete disposti a spendere soldi per convertire le canzoni, potreste considerare di utilizzare un convertitore online.

Voto: 4.3 / 5 (basato su 16 voti) Grazie per il voto!
avatar
Postato da: Il suConvertitore Audio. Ultimo aggiornamento il 08-02-2017

Lascia un commento

Inserite il vostro nome!
Inserite un contenuto!

Commento (0)

Ottieni ora!
APOWERSOFT
Giveaway
esclusivo
&
sconti
incredibili

Notizie

 

Suggerimenti e Risorse

Per saperne di più
Apowersoft Unlimited
Installer Rapido per gli 14+ Prodotti Apowersoft
new
Supporto
Condividi
Recensioni
Commenta
Torna su